Indietro

                                                               


Inclusione sociale e contrasto al bullismo - Seminario


Il Seminario si compone di due parti tematiche correlate tra loro (l'inclusione sociale - il contrasto al bullismo) e si propone i seguenti obiettivi:


  1. imparare a progettare attività didattiche inclusive scegliendo le metodologie più adatte;

  2. saper utilizzare l’osservazione e l’assessment per leggere le dinamiche relazionali del gruppo classe;

  3. promuovere una cultura didattica che sia in grado di “accogliere” e di “includere” all’interno di un sistema scolastico che, a sua volta, supporta e accoglie;

  4. proporre strategie di valutazione rispettose della specificità del percorso dell’alunno;

  5. proporre esperienze pratiche di attività di inclusione.

  6. Promuovere l’informazione sul bullismo al fine di poter prevenire e intervenire;

  7. promuovere progetti di prevenzione e intervento su bullismo e cyberbullismo;

  8. promuovere attività mirate alla coesione del gruppo e all'inclusione;

  9. proporre esperienze pratiche di attività di contrasto al bullismo.



L’intelligenza emotiva e le competenze sociali - Seminario


Il seminario ha l’obiettivo di fornire una formazione di base sull’alfabetizzazione emozionale e sulle sue potenzialità nella formazione scolastica del minore.

I contenuti dell’incontro sono sviluppati alla luce di valide osservazioni ed esperienze scientifiche e sociali, sperimentate e sviluppate nell’atto della loro applicazione dalla nostra associazione.

Il seminario propone un percorso teorico – esperienziale che riprende e analizza alcuni importanti temi: cosa sono le emozioni - l’intelligenza emotiva - la mente ed il cervello sono insiemi complessi - i neuroni specchio - l’empatia - alfabetizzazione emozionale a scuola - esperienze pratiche.


Questa attività dura 7 ore con alcune pause, il numero massimo di partecipanti è 25.



Il gioco è scuola - Seminario


Il seminario intende proporre una visione completa del gioco in termini educativi e formativi, approfondendo le sue caratteristiche e la naturale predisposizione del bambino e del ragazzo a giocare per apprendere e per rinforzare le competenze sociali.

Con attenzione alle possibilità di mettere in pratica quanto esposto, nel corso del seminario vengono analizzate alcune esperienze in atto in diverse realtà scolastiche italiane ed europee che – con l’introduzione di diverse forme di gioco nella scuola – hanno portato ad ottimi risultati nel campo dell’apprendimento e della relazione sociale tra pari e tra alunni e insegnanti.


Questa attività dura 7 ore con alcune pause, il numero massimo di partecipanti è 25.



Una scuola creativa per le sfide socioculturali contemporanee

Seminario


Questo seminario fa parte del più ampio ciclo “Scuola CreatTiva” proposto da ArTér.

Il seminario ha l’obiettivo di proporre stimoli di riflessione e scambio di idee sui modelli scolastici e di istruzione che possono essere seguiti o impostati nella scuola, per far fronte in modo efficiente e rispettoso delle esigenze di insegnanti e alunni alle sfide che provengono dalle trasformazioni della società.

Una scuola creativa permette di impostare alcuni modelli e la riorganizzazione del lavoro dell’insegnante in modo immediato, promuovendo quindi una riforma dall’interno del mondo scolastico.


Questa attività dura 7 ore con alcune pause, il numero massimo di partecipanti è 25.



Educare all’autonomia e alla responsabilità - Tavola rotonda


Questo incontro ha le caratteristiche di una tavola rotonda in cui potersi confrontare sui temi legati all’autonomia e alla responsabilità nella crescita e nello sviluppo del bambino e del ragazzo. In una società che toglie sempre più spazio e tempo al bambino e al ragazzo, si coglie ormai in modo preoccupante la carenza di occasioni in cui il minore può esercitare il proprio diritto di libera socializzazione e di libera esperienza della dimensione sociale del proprio territorio. Ne consegue – purtroppo – un’allarmante diminuzione di capacità funzionali all’autonomia e di conseguenza all’assunzione di responsabilità da parte del bambino e del ragazzo, di fatto rendendolo esposto e privo di alcune fondamentali competenze sociali e personali di fronte alle difficoltà e alle complessità della vita adulta.

Nel corso dell’incontro si analizzeranno le opportunità che i minori devono progressivamente vivere e sperimentare in ambito familiare, scolastico e sociale in senso più ampio, per crescere in modo completo e acquisire gradualmente e serenamente le competenze che utilizzerà poi per affrontare la vita adulta.


Questo incontro dura 3 ore.



La comunità educante: l’importanza della società educante nella crescita del bambino e del ragazzo

Tavola rotonda


Questo incontro ha le caratteristiche di una tavola rotonda in cui potersi confrontare sui temi della responsabilità educativa condivisa nella società. Partendo dall’assunto che la famiglia è evidentemente il primo luogo in cui si fa educazione, l’incontro intende porre all’attenzione dei partecipanti anche la necessità di un’educazione diffusa in tutta la comunità in cui vivono il bambino ed il ragazzo, che via via si fa più estesa e complessa e che ha il diritto/dovere di partecipare all’educazione nelle forme e modalità migliori per accompagnare il minore in una crescita e in uno sviluppo delle proprie competenze sociali che permettano una sua vita sociale adulta serena e positiva.


Questo incontro dura 3 ore.





Indietro

Scuola Creattiva